Inici > Invocació de l'Odissea > Invocació de l’Odissea, a la versió piemontesa de Carlin Porta, «Le tribulassion d’Avuss»

Invocació de l’Odissea, a la versió piemontesa de Carlin Porta, «Le tribulassion d’Avuss»

.

.

.

Cont-me ‘n pò, tuora dle bele stòrie,
ëd col òm voajant dal servel aùss
che dòp d’avej fàit ravage dle tor
ëd Truva, dòp d’avèj girà sità,
conossù la ment e ‘l patì dla gent
ant le burie d’eva ‘d mar e ro ‘d sol,
tut a l’ha arzigà për porté ghirba a ca,
sia la soa che dij sòcio ‘d mar,
ma a l’ha nen varì né giugà sò suf,
che lor, mach për lor, gran gadan, son mòrt
për ësbefié costume e tradission
ant ël mangé ij beu dël Sol Iperion
tant da feje vnì ‘l dent anvelenà
e ‘n paga tribuleje a la mòrt.
Almanch na part ëd coste imprèise dròle,
cónten-je ‘dçò a noi o fija ‘d Gieubi.
.

Omero
Le tribulassion d’Avuss
Odissea in lingua piemontese
Lìbera version piedmontèisa ëd Carlin Porta

.

.

.

.

Entrevista a Carlin Porta sobre la seva versió:

Le tribulassion d'Avuss

Carlin, come è nata l’idea di porre mano ad un’opera così impegnativa?
È nata quasi per gioco, ma un gioco serio, così per variare gli incontri di cultura popolare all’UNI3 dove si leggevano passi della Divina Commedia in lingua piemontese tradotta da Luigi Riccardo Piovano, con qualcos’altro per vedere se una traduzione poteva dare nuovi impulsi.
Ho iniziato a tradurre qualche brano preso dai vecchi libri di scuola, per poi inoltrarmi poco alla volta “cissà” (stimolato) da questa storia avventurosa a proseguire con gran piacere.
Quanti anni di lavoro?
A dire il vero non mi ricordo perfettamente la data d’inizio, grosso modo siamo nel 2005 – 2006. Naturalmente con momenti di alti e bassi conforme ai tempi liberi da altri impegni materiali e mentali per terminarla forse nel 2012, e rimasta nel cassetto “a mitoné” (a maturare) sino ad oggi.

Quali sono state le fonti consultate?
Praticamente ha l’assetto del Pindemonte, da dove è stata tratta, è in endecasillabo. Inoltre ho consultato siti specializzati.

Quali sono stati i criteri utilizzati per la traduzione e la scelta lessicale e poetica?
Come ho già detto, il criterio è quello di mantenere viva la poesia, usando l’idioma piemontese cercando di evitare italianismi il più possibile, consultando dizionari, leggendo libri, per avere a disposizione vocaboli diversi in uso nelle varie parti del paese.

Infatti si troveranno modi di dire, parole forse inusuali che però nel contesto del discorso si capiscono, modi di un tempo, insomma un po’ di tutto con un lavoro di ricerca delle parole, tant’è che ad un certo punto mi sono fatto un dizionario personale alla rovescia.
Ulisse è diventato Avuss: i personaggi parlano solo piemontese o, in un certo senso, sono diventati essi stessi piemontesi?
Ulisse è diventato Avuss poiché tradurlo Uliss proprio non suonava opportuno, d’altro canto era molto “acuto”. Gli altri personaggi hanno preso un aspetto piemontese, a volte con vezzeggiativi, a volte con suoni un poco strani poiché è usuale il modo degli “stranòm” (soprannomi) o fare il femminile dal maschile delle persone, tipo Bësson: la Bësson-a; Bërton: la Bërton-a ecc.

Possiamo dire che si tratta di un’opera umoristica eppure letteraria?
Umoristica nel senso di divertente, penso proprio di sì, infatti in questi ultimi tempi, in fase di bozza, l’ho letta e riletta diverse volte senza problemi di noia, come correttore di bozze, ma chissà quanti errori vi saranno ancora! Spero pochi. Letteraria, spero che lo sia, appunto per il lavoro di ricerca effettuato.

.

Font: www.vitadiocesanapinerolese.it (L’Ulisse di Carlin parla piemontese)

.
.

.

.

.

.

Le tribulassion d'AvussOmero

Le tribulassion d’Avuss
Odissea in lingua piemontese
Lìbera version piemontèisa ëd Carlin Porta
tratta dalla traduzione italiana di Ippolito Pindemonte

I Faggi. Centro Studi Silvio Pellico – Edizioni Marcovalerio – Vita Edizioni
Cercenasco, settembre 2014
ISBN : 9788875474003

.

.

.

.

 

  1. Encara no hi ha cap comentari.
  1. No trackbacks yet.

Deixa un comentari

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

Esteu comentant fent servir el compte WordPress.com. Log Out / Canvia )

Twitter picture

Esteu comentant fent servir el compte Twitter. Log Out / Canvia )

Facebook photo

Esteu comentant fent servir el compte Facebook. Log Out / Canvia )

Google+ photo

Esteu comentant fent servir el compte Google+. Log Out / Canvia )

Connecting to %s

%d bloggers like this: